Mauro Vecchiato

Psicoanalisi-Psicomotricità relazionale: Convergenze-Divergenze

«Vorrei ricordare brevemente quanto sia importante l’esperienza dell’attaccamento e della separazione per lo sviluppo armonico del bambino, ma evidenziare che, per favorire il superamento della condizione di bisogno e l’attivazione della dimensione del desiderio è fondamentale il modo in cui egli sperimenta ed interiorizza il passaggio tra queste due esperienze. Il passaggio deve essere graduale, con distacchi e contatti alternati e progressivi in modo che si costituisca un ponte che gli permetta di transitare dalla condizione di attaccamento a quella di separazione e viceversa. In questo modo il bambino ha la possibilità di passare dal piacere del contatto e della cura con il genitore (bisogno) all’incertezza e all’eccitazione che la separazione stimola in lui (desiderio) e, in senso inverso, passare gradualmente dal piacere della dimensione individuale e della affermazione del sé (bisogno) al ritorno alla relazione con l’Altro (desiderio). I bambini nel gioco simbolico fanno continuamente questa esperienza di passaggio tra attaccamento e separazione e viceversa, si allenano a costruire ponti con il mondo, per unire e al tempo stesso distinguere la propria dall’altrui “lingua”»


Leggi il saggio in PDF