Aldo Becce

“Paidagogos”

«Nell’antica Grecia c’era uno schiavo che accompagnava il bambino dalla casa paterna alla casa del maestro. Forse c’era un buon tragitto da fare a piedi. Una camminata. Lo schiavo chiacchierava con il bambino. A questa camminata molto particolare dobbiamo il nome Pedagogia. Non era una camminata qualsiasi, era un andare per la strada e per la mente. I piedi seguivano una meta precisa, mentre la mente “errava”, cioè “vagabondava” . Possiamo ipotizzare che il bambino interrogasse lo schiavo, perché lo schiavo era più anziano e sapeva tante cose. Lo schiavo rispondeva […] La domanda formulata e la risposta ottenuta segnano un patto tra due persone […] L’atto verrà poi chiamato educare in latino ma il significato è diverso, perché vuole dire condurre, guidare (ex-ducere). Lo schiavo non conduce, accompagna. C’è una differenza essenziale tra il condurre e l’accompagnare. Nell’educare, nel condurre, nel guidare non per caso è contenuta la parola Duce»


Leggi il saggio in PDF